Home - Foto Soci - Raffaella Socci
 
 

BIOGRAFIA:

Raffaella Socci, artista di singolare originalità, è nata a Grosseto nel 1955 da famiglia di antiche origini proveniente dal Chianti.
Docente di Discipline Pittoriche al Liceo Artistico di Grosseto, ha conseguito la Maturità d’Arte Applicata all’Istituto Statale d’Arte di Siena e il diploma in Restauro e Antiquariato presso la storica Accademia “Lo Sprone” di Firenze. Lavorando nel mondo della moda per mantenersi agli studi si è laureata in Pittura all’Accademia di Belle Arti di Firenze con tesi sull’Arte Cinetica con il Prof. G.M. Accame e sulla Fisiognomica con il prof. V. Mongatti.
All’Accademia segue anche, tra gli altri, il corso speciale di Fotografia con il prof. Enzo Ciruzzi.
Sperimenta tecniche fotografiche e di stampa in camera oscura con la collaborazione del fotoreporter Alessandro Grilli con il quale partecipa a concerti e trasmissioni televisive della RAI.
Nel 1980 vince il primo premio per la fotografia in bianco e nero al concorso fotografico organizzato dal Centro Internazionale “G.La Pira” di Firenze.
Dal 1975 tiene mostre personali e collettive, i suoi lavori sono presenti in importanti Chiese, Musei, collezioni pubbliche e private in Italia, in Kuwait, Beirut e New Orleans.
È stata la prima artista italiana presente con i suoi quadri, nella sezione di Arte Moderna e Contemporanea del Museo Nazionale d’Arte di Kuwait City, dove si è recata nel 91.
Nella sua formazione artistica sono stati fondamentali incontri e collaborazioni con: Agostino Bonalumi, artista, che scrive per lei una presentazione nel 1987, con Pierandrea Vanni, giornalista, con il quale scrive e pubblica nell’85 il pamphlet su Ettore Socci “Il cavaliere solitario della Maremma”; Lloyd Pye ricercatore statunitense, con il quale condivide l’interesse per i misteri archeologici e che scrive per lei una presentazione nel 2000; con Stefano Socci, artista senese, con il quale sperimenta tecniche speciali di ricerca pittorica.
Abbandonata per molti anni la camera oscura e da poco convertita al digitale, con suo marito Samuele Tronchi, studia nuovamente la fotografia per puro piacere personale tenendosi lontana, per una maggiore libertà di espressione, da schemi o inquadramenti di settore artistico fotografico di tendenza.

Nel 2009 si iscrive all'Associazione Culturale photodigitalgrosseto.

E-MAIL: raffart@tin.it

sito: www.raffaellasocci.com